La stabilità della nave

La stabilità della nave
La stabilità della nave

Quando parliamo di stabilità di una nave intendiamo la usa capacità di tornare in posizione verticale nell’acqua. Durante le molteplici fasi di manovra è fondamentale avere una buona conoscenza dei fattori che riducono la stabilità.

Cos’è il baricentro di una nave?

Il baricentro di una nave è il punto in cui l’intero peso della nave agisce verticalmente e più si trova in basso e più stabile sarà la nave. Esso varia a seconda del carico presente all’interno della nave e, un carico posizionato sul ponte comporta l’innalzamento del baricentro e la riduzione della stabilità della nave. Un carico posizionato al di sotto del ponte migliora invece la stabilità.

Effetto di superfice libera

È un’azione che si verifica quando i fluidi si spostano con il movimento della nave compromettendo gravemente la stabilità della nave.

Se un serbatoio o contenitore sono pieni, essi non si spostano con il movimento della nave e il baricentro non subisce variazioni. In un serbatoio o contenitore parzialmente pieni, i contenuti invece si spostano con il movimento della nave e il baricentro viene controbilanciato riducendo la stabilità.

Quali sono i rischi per la stabilità

Un fattore di rischio per la stabilità di una nave deriva dall’installazione di nuove attrezzature, questo perché elementi più pesanti comportano un innalzamento del baricentro che ridurrà la stabilità. Se si ha la necessità di installare un nuovo ponte, un ponte coperto, una gru, ecc. si deve consultare un soggetto qualificato o architetto navale poiché solo loro sono in grado di valutare l’impatto di tali elementi.

Sovraccarico

Anche il sovraccarico rappresenta un fattore di rischio per la stabilità della nave. Le imbarcazioni infatti sono di norma già sovraccariche posizionando una quantità di cattura nella stiva o a causa del pesce in eccesso sul ponte. Queste condizioni limitano la stabilità e mettono la nave a rischio di capovolgimento.

Bisogna quindi calcolare sempre quanta merce pescata può essere trasportata in modo sicuro, lasciando sempre ampi margini di sicurezza in caso di mal tempo o livello calante di carburante.

Sul ponte deve essere presente la minima quantità di elementi che dovranno essere tuttavia fissati per evitare il loro spostamento che generalmente rappresentano un vero pericolo.

Allagamento a bordo

Nel caso di mare mosso, un’onda può introdurre all’interno della nave molte tonnellate di acqua ed è fondamentale quindi farla defluire dal ponte il più velocemente possibile, in questo sono indispensabili i portelli di scarico poiché la loro azione riduce il rischio di capovolgimento.

Ricordiamo infine che durante la Pesca a strascico e dragaggio i quali richiedono il sollevamento di attrezzature pesanti, è necessario prestare molta attenzione in quanto la tensione dei cavi, in fase di traina o dragaggio, può ridurre drasticamente il bordo libero e sollevare il baricentro.

Per avere maggiori informazioni circa la sicurezza nel settore della pesca potete contattare la SF Business Advisor compilando il form dedicato, chiamando il numero 085.9116786 o inviando una e-mail a
info@sfbusinessadvisor.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *