Legionellosi

LA LEGIONELLA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Servizi di consulenza per la prevenzione della legionellosi: dove, come e quando intervenire per gestire il rischio Legionella in azienda


LA LEGIONELLA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

La Legionella secondo il D. Lgs. 81/08 è un agente biologico appartenente al gruppo 2, cioè in grado di causare malattie in soggetti umani. La Conferenza Stato-Regioni del 7 maggio 2015 ha sancito l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, sul documento “Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi” integrando e aggiornando le linee guida nazionali precedenti sulla valutazione del rischio e la prevenzione a breve e lungo termine.

Il batterio si trasmette all’uomo attraverso l’inalazione di aerosol contaminati e per questo motivo tutti i luoghi che implicano un’esposizione ad acqua nebulizzata sono da considerarsi a rischio. Gli ambienti lavorativi ad alto rischio di contaminazione sono ospedali, cliniche, case di cura, alberghi, campeggi, impianti per attività sportive, attività termali e specificatamente tutti i contesti in cui è presente una cattiva progettazione e manutenzione degli impianti di distribuzione dell’acqua.

CHIAMA SUBITO 0859116786

Legionella e sicurezza sul lavoro

Le infezioni da Legionella sono un problema di Sanità Pubblica per la costante presenza dei batteri nell’acqua calda negli ambienti sanitari e nell’umidificazione degli impianti aeraulici di case, alberghi, campeggi, centri sportivi, ospedali oltre che nelle torri di raffreddamento degli impianti di condizionamento di grandi edifici e in tutte quelle situazioni in cui l’acqua giace ad una temperatura di 25°. I luoghi di lavoro maggiormente a rischio sono quelli dove potrebbe essere più elevata la possibilità di aerosol infettanti e di conseguenza le professioni più esposte al pericolo sono:

  • Operatori sanitari;
  • Dentisti;
  • Addetti alla pulizia degli impianti di trattamento aria;
  • Addetti alla manutenzione degli impianti di distribuzione dell’acqua ad uso sanitario e di depurazione;
  • Minatori;
  • Giardinieri.

Fattori di rischio da tenere sotto controllo

I fattori di rischio da tenere costantemente sotto controllo sono:

  • La temperatura, poiché la Legionella si sviluppa ad una temperatura compresa tra i 20 e i 50°;
  • La presenza di tubazioni con flusso d’acqua minimo o assente;
  • L’utilizzo stagionale o discontinuo della struttura;
  • La manutenzione degli impianti e dei terminali di erogazione (pulizia, disinfezione).

I titolari delle infrastrutture devono provvedere ad aggiornare e revisionare la valutazione del rischio ogni qual volta venga effettuata una modifica strutturale, come i lavori di ristrutturazione e il rifacimento di impianti.

Legionella: Documento di valutazione dei rischi

Per prevenire eventuali rischi, il titolare delle strutture è obbligato ad effettuare almeno ogni due anni (meglio se annuale) la valutazione del rischio, registrando l’analisi e aggiornando il DVR (documento di valutazione dei rischi).

Il DVR deve contenere le seguenti informazioni:

  • Nomina del responsabile per la gestione del rischio che comprenda le norme di prevenzione e applicazione delle misure di autocontrollo; 
  • Individuazione dei punti critici e conseguente valutazione del rischio mediante analisi delle condizioni di normale di funzionamento dell’impianto idrosanitario; 
  • Definizione delle misure correttive necessarie alla gestione e alla riduzione al minimo dell’eventuale rischio evidenziato;
  • Schema della rete idrica.

Gestione del rischio da Legionella

Nonostante i batteri della Legionella siano stati scoperti ormai da diversi anni, la legionellosi resta ancora una patologia poco conosciuta soprattutto in ambito lavorativo.

Al fine di tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro nel D.lgs 81/2008 e s.m.i., il rischio di esposizione a Legionella in qualsiasi ambiente di lavoro richiede l’attuazione di tutte le misure di sicurezza appropriate per prevenire l’esposizione a Legionella per tutti i lavoratori e frequentatori presenti.

È indispensabile quindi valutare il potenziale rischio di esposizione a Legionella negli ambienti lavorativi, programmando adeguate misure di prevenzione e controllo della contaminazione microbiologica ambientale.

La SF Business Advisor offre supporto alle Aziende sull’intero territorio nazionale con tecnici altamente qualificati per tutelare al meglio la salute dei lavoratori.

Quando è necessaria la valutazione dei rischi?

La valutazione del rischio da Legionella risulta necessaria per:

  • Strutture turistiche (alberghi, agriturismi, navi da crociera, campeggi, ecc.);
  • Impianti termali;
  • Impianti ad uso pubblico (palestre, centri commerciali, centri benessere, ecc.);
  • Strutture sanitarie e studi odontoiatrici.

Tuttavia, il D. Lgs. 81/08 riporta che in qualsiasi ambiente di lavoro il datore di lavoro deve attuare tutte le misure di sicurezza appropriate per esercitare la migliore attività di prevenzione e protezione possibile a favore dei soggetti esposti.

Misure di prevenzione da Legionella

La prevenzione si basa essenzialmente su:

  • La progettazione e la realizzazione degli impianti tecnologici, con particolare attenzione agli impianti dove vi è l’esigenza o di riscaldare l’acqua, o il riscaldamento avviene a seguito di cicli impiantistici particolari, con conseguente nebulizzazione;
  • L’ adozione di misure specifiche preventive, finalizzate a contrastare la diffusione del batterio negli impianti a rischio;
  • Il Campionamento e analisi dell’acqua nei punti considerati critici.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

CHIAMA SUBITO 0859116786