CHI È IL DIRIGENTE PER LA SICUREZZA?

Il Dirigente per la sicurezza
Il Dirigente per la sicurezza

Il D. Lgs. 81/2008 definisce il Dirigente come la “persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa”. 

È una figura fondamentale che può affiancare il Datore di Lavoro nei compiti di organizzazione del sistema di gestione per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro con compiti importanti e talvolta vitali per lo svolgimento del processo aziendale.

Quali sono i compiti del Dirigente?

Il Dirigente deve vigilare sulla regolarità antinfortunistica e igienica delle lavorazioni, dare istruzioni affinché le lavorazioni possano svolgersi nel migliore dei modi, dunque in modo sano, sicuro e igienico, organizzare la produzione con un ulteriore distribuzione di compiti fra i dipendenti in modo tale da impedire la violazione della normativa e garantire un numero adeguato di preposti in grado di vigilare sull’effettiva osservanza dei compiti di prevenzione da parte di tutti coloro che sono presenti sul luogo di lavoro, a qualunque titolo.

Formazione per Dirigente

Il Dirigente deve ricevere a cura del datore di lavoro un’adeguata formazione e aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro. I contenuti della formazione comprendono:

  • Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi;
  • Definizione e individuazione dei fattori di rischio;
  • Valutazione dei rischi;
  • Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.

Requisiti in funzione della delega del Datore di Lavoro

Il Dirigente per la sicurezza può essere formalmente delegato dal datore di lavoro, e tale delega, in base al D. Lgs. 81/08, deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Che risulti da atto scritto;
  • Che il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti;
  • Che attribuisca al delegato tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti;
  • Che attribuisca al delegato l’autonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate;
  • Che sia accettata dal delegato per iscritto.

Sanzioni

L’art 55 del D. Lgs. 81/08 elenca le principali sanzioni applicabili al Datore di Lavoro e Dirigente, sia di tipo detentivo (fino ad un massimo di otto mesi) che di tipo economico (fino ad un massimo di 6.600 Euro). Vi sono sanzioni ascrivibili al Dirigente relative alla:

  • Non conformità dei luoghi di lavoro (Titolo II);
  • Mancata o non conforme apposizione di adeguata segnaletica (Titolo V);
  • Errata o incompleta valutazione dei diversi tipi di rischio (Titoli dal VI all’XI);
  • Mancata formazione ed informazione del personale.

Contattaci

Per avere maggiori informazioni circa la figura del Dirigente contatta la SF Business Advisor

  • compilando il form dedicato
  • chiamando il numero 085.9116786

Sarai ricontattato al massimo entro 24 ore con la soluzione ideale allo sviluppo della tua impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *