I RISCHI DEI LAVORATORI STRANIERI

La lingua e le differenze culturali rappresentano un elemento di possibile condizionamento della percezione e rappresentazione del rischio, delle quali occorre tener conto in una progettazione efficace dei corsi di formazione per stranieri in materia di salute e sicurezza

I RISCHI DEI LAVORATORI STRANIERI
I rischi dei lavoratori stranieri

Attraverso uno studio condotto dall’INAIL sul rischio infortuni si evince che Il 17% dei casi mortali vede coinvolti i lavoratori di nazionalità straniera e, più specificatamente le comunità interessate sono Romania (32,2%), Albania (17%) e Marocco (10%).

La fetta maggiore delle vittime (59%) ha un’età compresa tra i 21 e 40 anni e si rileva che nel 15% dei casi i lavoratori hanno una situazione contrattuale irregolare.

Tra le principali mansioni svolte dagli infortunati stranieri si evidenzia che sono maggiormente legate al settore delle costruzioni e dell’agricoltura, in particolare i muratori, gli addetti alle rifiniture e gli operai agricoli.

Inoltre, si è registrata anche una significativa presenza di lavoratori stranieri addetti alle mansioni di fondatori, saldatori, montatori di carpenteria metallica e assimilati.

La caduta dall’alto rappresenta la modalità più frequente di infortunio, seguito dalla caduta dall’alto di gravi e dalla variazione nella marcia di mezzi di trasporto (fuoriuscita, ribaltamento, ecc.)

CHIAMA SUBITO 0859116786

Fattori di rischio per i lavoratori stranieri

Il principale problema connesso alle attività di lavoratori immigrati è riconducibile a errori di procedura, dovuti maggiormente ad una carente informazione, formazione e addestramento in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Per quanto concerne l’ambiente di lavoro, il fattore di rischio rilevante è rappresentato invece dall’assenza di barriere e percorsi sicuri.

In merito all’utilizzo dei DPI, si evidenzia il mancato uso, che nella totalità dei casi riguarda il non utilizzo delle cinture di sicurezza individuali.

Misure preventive

In riferimento alle misure di prevenzione da adottare all’interno dei cantieri edili e principalmente alle cadute dall’alto, i lavori in quota devono essere eseguiti in totale sicurezza nel rispetto delle misure previste dagli articoli 105 e 117 del D.lgs. 81/08, in aggiunta deve essere fornita un’adeguata formazione specifica che deve risultare chiara ed efficiente, contemplando gli eventuali limiti di natura linguistica che il cittadino straniero può evidenziare nell’apprendimento.

Gli infortuni che riguardano la caduta dall’alto di gravi possono essere ridotti attraverso un’adeguata procedura di movimentazione manuale dei carichi, insieme ad un’attenta azione di vigilanza affinché tutte le procedure siano eseguite correttamente.

Per quanto concerne il settore agricolo, il rischio più grave è dato dalla guida del trattore, dove i principali sistemi di prevenzione sono:

  • dispositivo di protezione in caso di capovolgimento del mezzo;
  • dispositivo che trattiene l’operatore al posto di guida indipendentemente dalle condizioni operative del mezzo.

I sistemi di protezione passiva per i conducenti dei trattori si basano prevalentemente sul principio di trattenere l’operatore all’interno del volume di sicurezza. In caso di ribaltamento, il rischio per l’operatore di rimanere schiacciato può essere escluso se resta sul sedile o comunque entro il volume della struttura di protezione.

Infine, un altro fenomeno del lavoro presente nel settore agricolo riguarda il decesso dei lavoratori a causa dei colpi di calore; la prevenzione, in questo caso, si basa sulla programmazione di orari favorevoli per eseguire le attività, come la mattina o nelle ore preserali, e allo stesso tempo è necessario garantire la possibilità di avere l’acqua a portata di mano nei luoghi di lavoro.

Per concludere, è necessario ricordare che il lavoratore deve indossare mezzi di protezione individuale per la protezione del capo, orecchie naso e collo e che gli abiti siano leggeri e di colore chiaro.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *