IMPIANTI ELETTRICI E REQUISITI DEGLI OPERATORI

In presenza di impianti elettrici devono essere adottati opportuni accorgimenti, soprattutto se tale attività rientra nella definizione di “lavoro sotto tensione”

In presenza di impianti elettrici  devono essere adottati opportuni accorgimenti, soprattutto se tale attività rientra nella definizione di “lavoro sotto tensione”
IMPIANTI ELETTRICI E REQUISITI DEGLI OPERATORI

Il documento dell’Inail Lavori su impianti elettrici in bassa tensione atto a favorire la prevenzione dei rischi lavorativi a cui sono soggetti i lavoratori che si occupano dell’esercizio, della manutenzione o delle verifiche dei sistemi elettrici, ricorda come siano a disposizione dei datori di lavoro tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori su impianti elettrici.

Inoltre, il Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro dedica un intero Capo all’attenzione che il datore di lavoro deve dedicare alla riduzione del possibile rischio elettrico.

CHIAMA SUBITO 0859116786

La valutazione del rischio negli impianti elettrici

Prima di eseguire qualsiasi operazione sugli impianti elettrici o in loro presenza, il datore di lavoro deve condurre la valutazione dei rischi.

La valutazione dei rischi è un’attività alla base della prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, di analisi preventiva documentata, orientata all’individuazione delle misure di prevenzione da adottare per far fronte ai rischi correlati ai lavori elettrici e non elettrici oggetto delle attività lavorative.

In essa devono essere chiaramente specificate le procedure da adottare per eseguite le diverse attività e le misure e le precauzioni che debbono essere assunte per garantire la sicurezza.

La sicurezza degli operatori

Durante l’esecuzione dei lavori sotto tensione gli operatori sono soggetti a determinati rischi elettrici, come:

  • folgorazione e ustioni dovuti al contatto con tensioni pericolose;
  • effetti dannosi dovuti all’arco elettrico provocato da cortocircuito.

Va ricordato quindi che la sicurezza dei lavoratori nei lavori elettrici è basata sulla formazione dei lavoratori e sulla scrupolosa osservanza delle procedure di lavoro.

Inoltre, le responsabilità decisionali, organizzative e realizzative dei lavori sugli impianti elettrici sono ripartite tra le seguenti figure professionali, che sono responsabili anche dell’attuazione delle misure di sicurezza da applicare:

  • URI, Persona o Unità Responsabile dell’impianto elettrico;
  • RI, Persona designata alla conduzione dell’impianto elettrico;
  • URL, Persona o Unità Responsabile della realizzazione del lavoro;
  • PL, Persona preposta alla conduzione dell’attività lavorativa.

Impianti elettrici: requisiti dei lavoratori

La norma CEI 11-27 indica che il personale coinvolto in un’attività lavorativa che si svolge su un impianto elettrico, o in sua prossimità deve essere istruito sulle prescrizioni di sicurezza, sulle relative regole e sulle procedure aziendali applicabili al lavoro da eseguire. Quando il lavoro si protrae a lungo o è complesso, al personale coinvolto devono essere ripetute tali istruzioni, prescrizioni e regole, insieme all’obbligo di rispettarle.

Detto ciò, è compito del PL assicurarsi, prima di iniziare e durante qualsiasi lavoro, che siano osservate in modo adeguato tutte le prescrizioni, le procedure e le regole attinenti.

PES e PAV

I lavori con rischio elettrico devono essere svolti da PES o PAV, mentre i lavori fuori tensione o in prossimità possono essere svolti da PEC sotto la responsabilità, per quanto riguarda il controllo del rischio elettrico, di PES attraverso la supervisione o in casi particolari sotto la sorveglianza di PES o PAV. Tutti i lavori sotto tensione, per i quali è necessaria anche l’idoneità ad eseguirli, devono essere eseguiti da PES o PAV idonei.

In modo particolare, deve essere valutata la complessità dell’attività lavorativa prima del suo inizio ai fini di operare la scelta opportuna tra persone esperte, avvertite o persone comuni per una simile attività.

Infine, per valutare la competenza delle persone da coinvolgere nelle attività lavorative, ci si deve basare sui seguenti criteri:

  • conoscenza dell’elettricità;
  • esperienza di lavoro elettrico;
  • conoscenza del tipo di impianto su cui si deve lavorare ed esperienza pratica di quel lavoro;
  • conoscenza dei rischi che possono insorgere durante il lavoro e delle precauzioni che devono essere osservate;
  • capacità di riconoscere, in ogni momento, se è sicuro continuare il lavoro.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *