SICUREZZA SUL LAVORO E PRODUZIONE DI OLIO

La raccolta di olive e la produzione di olio sono considerate attività molto rischiose per frequenza e gravità di infortuni, paragonabili all’edilizia

Il settore dell’agricoltura, insieme a quello dell’edilizia, è considerato tra i più rischiosi per frequenza e gravità di infortuni
LA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA RACCOLTA DI OLIVE E NELLA PRODUZIONE DI OLIO DI OLIVA

Gli uliveti sono per la maggior parte distribuiti su terreni che presentano caratteristiche geologiche difficoltose che non sempre permettono l’utilizzo delle macchine e, richiedono pertanto un significativo impiego di manodopera.

All’interno delle piccole aziende dedite alla raccolta delle olive, la percezione del rischio è molto scarsa, mentre è molto più frequente che le cattive prassi siano frutto di abitudini tramandate da generazioni e quindi molto difficili da sradicare.

CHIAMA SUBITO 0859116786

La raccolta delle olive

Nella raccolta delle olive si fa ricorso a mezzi meccanici quali spazzolatrici e raccattatori. Le prime sono vere e proprie spazzole a pettine, in materiale sintetico, che con un movimento traslatorio provvedono a disporre le olive in cumuli, favorendone la raccolta. I raccattatori effettuano la raccolta delle olive da terra, per mezzo dell’azione pneumatica che si ottiene da una camera di depressione alla quale sono collegati uno o più tubi aspiratori, che prelevano le olive direttamente dal terreno e trasferite in seguito su un dispositivo selezionatore e successivamente su una tramoggia di carico.

I pericoli per i lavoratori nascono quando si sale sugli alberi senza utilizzare le scale che solitamente sono di legno o di alluminio. I rischi derivanti da questa fase lavorativa sono in buona parte caratterizzati dalla movimentazione manuale dei carichi, dall’uso delle scale e dall’uso di mezzi meccanici, nonché dal microclima legato alla stagione della raccolta.

I fattori che influenzano il rischio nel settore oleario

I fattori principali che influenzano i vari tipi di rischio nel settore oleario sono da ricollegare a:

  • Lavori su scala, che possono provocare fratture e traumi;
  • Posture scorrette, in grado di creare danni all’apparato osteoarticolare;
  • Pettini manuali, in grado di provocare tagli, ferite e punture;
  • Urti con rami, che posso provocare ferite e lesioni oculari;
  • Abbacchiatori e mezzi meccanici, il cui danno principale è dovuto a vibrazioni e rumore;
  • Carburanti e lubrificanti, che possono provocare intossicazioni e dermatiti.

Infine, è importante ricordare che la normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro attribuisce al datore di lavoro un ruolo decisivo nell’organizzazione della sicurezza. Far conoscere ai lavoratori le norme in materia di sicurezza, le buone prassi, i comportamenti da tenere in presenza dei diversi rischi presenti nei luoghi di lavoro, i pericoli cui si va incontro nell’uso delle attrezzature, è fondamentale per ridurre gli infortuni nel settore agricolo, spesso gravi o gravissimi.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *