Medicina del lavoro

MEDICINA DEL LAVORO E SORVEGLIANZA SANITARIA

Il protocollo sanitario per la valutazione dell’idoneità alla mansione del lavoratore esposto a rischi specifici sul luogo di lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

MEDICINA DEL LAVORO E SORVEGLIANZA SANITARIA
MEDICINA DEL LAVORO E SORVEGLIANZA SANITARIA

La sorveglianza sanitaria viene effettuata dal Medico Competente ed è indispensabile come strumento di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.

L’articolo 41 del D.Lgs. 81/08 definisce la Sorveglianza Sanitaria come la somma delle azioni necessarie per tutelare lo stato di salute e sicurezza del lavoratore, considerando il luogo in cui viene svolta l’attività, le modalità con la quale essa viene eseguita e per ultimo ma non meno importante la presenza dei vari fattori di rischio professionali.

Obbligo della sorveglianza sanitaria

La sorveglianza sanitaria è obbligatoria in tutti i casi previsti dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

In particolare, quando i lavoratori svolgono delle attività lavorative sottoposte a determinati rischi come:

  • Movimentazione manuale dei carichi e movimenti ripetitivi;
  • Agenti fisici pericolosi (amianto, piombo, radiazioni);
  • Videoterminalisti che trascorrono più di 20 ore settimanali al computer;
  • Lavoro notturno;
  • Lavoro in alta quota;
  • Lavoro in ambienti confinati;
  • lavoro su impianti ad alta tensione;
  • Rischio agenti chimici, cancerogeni, mutageni e sensibilizzanti;
  • Rischio agenti biologici;
  • Rischi ferite da taglio e da punta per il settore sanitario;
  • Rischio rumore e vibrazioni;

Funzioni del Medico Competente

Il Datore di lavoro ha l’obbligo di nominare il Medico Competente, il quale deve valutare e prescrivere al lavoratore un insieme di esami per accertare il suo stato di salute.

Il ruolo del Medico Competente infatti consiste nel visitare il lavoratore eseguendo anche accertamenti in laboratori clinici, tossicologici o visite più dettagliate nel caso il lavoratore sia esposto ad un determinato fattore di rischio.

L’analisi degli accertamenti permette al Medico Competente di verificare lo stato di salute effettivo del lavoratore e di identificarne così l’idoneità o non idoneità, per poi in seguito redigere la cartella sanitaria riferendo al Datore di Lavoro solo se il lavoratore è idoneo o meno alla mansione assegnata.

Piano di sorveglianza sanitaria

All’interno della Sorveglianza Sanitaria sono presenti diverse tipologie di visite mediche svolte dal Medico competente:

  • Visita medica preventiva, intesa a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato, al fine di valutare l’idoneità alla mansione specifica;
  • Visita medica periodica, per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione;
  • Visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal Medico Competente connessa ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute a causa dell’attività lavorativa svolta;
  • Visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l’idoneità alla mansione specifica;
  • Visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente;
  • Visita medica preventiva in fase preassuntiva;
  • Visita medica prima della ripresa del lavoro, a seguito di assenza per motivi di salute di durata superiore ai sessanta giorni continuativi, al fine di verificare l’idoneità alla mansione.

Per il mancato adempimento degli obblighi di sorveglianza sanitaria sono previste sanzioni che possono prevedere multe da 1.000 a 5.000 euro e arresto da due a quattro mesi.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.