La soluzione concreta per lo sviluppo della tua Impresa
 
IL TERZO RESPONSABILE DELL’IMPIANTO TERMICO

IL TERZO RESPONSABILE DELL’IMPIANTO TERMICO

ISO 9001: gestione e manutenzione dell’impianto termico

Il terzo responsabile dell'impianto termico
Il terzo responsabile dell’impianto termico

Le operazioni di manutenzione della caldaia servono per garantire la piena e totale sicurezza dell’impianto termico. La manutenzione, inoltre, è obbligatoria e deve essere effettuata da un’azienda abilitata secondo le cadenze indicate nelle istruzioni tecniche fornite dall’impresa installatrice.

Le figure responsabili dell’impianto termico dipendono da diversi fattori, in particolare:

  • edifici in locazione: in questo caso il responsabile è l’inquilino;
  • edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche: il responsabile è il proprietario o l’amministratore delegato;
  • impianti centralizzati: in questo caso il responsabile è l’amministratore di condominio.

CHIAMA SUBITO – 0859116786

Chi è il terzo responsabile?

È possibile delegare le responsabilità dell’impianto al Terzo Responsabile, cioè ad un tecnico specializzato, il quale:

  • diventa il responsabile dell’esercizio, della manutenzione ordinaria straordinaria e delle verifiche di efficienza energetica;
  • ha gli stessi compiti del responsabile d’impianto;
  • risponde davanti alla legge per ogni eventuale inadempienza.

Impianto termico: i requisiti del terzo responsabile

Il Terzo responsabile dell’impianto deve essere in possesso di alcuni requisiti a fronte del tipo di impianto che va a gestire. Nel caso di impianti termici con potenza nominale superiore a 350 kW il terzo responsabile deve essere in possesso della certificazione ISO 9001 relativa all’attività di gestione e manutenzione degli impianti termici.

La caldaia deve essere munita di un libretto di impianto, previsto dalla legge. La prima compilazione viene fatta dall’installatore per i nuovi impianti o dal responsabile per quelli esistenti nel momento in cui vengono eseguiti i controlli periodici.

Sul libretto devono essere annotati tutti gli interventi di modifica, sostituzione di componenti, manutenzione e controllo, i valori di rendimento o il cambio di proprietà.

Inoltre, non conservare questo libretto può comportare una sanzione da 500 a 3.000 euro.

Certificazione ISO 9001

La certificazione ISO 9001, come già affermato in precedenza, è obbligatoria per tutte le aziende che intendono assumere il ruolo di terzo responsabile su impianti di potenza nominale superiore a 350 kW.

La certificazione ISO 9001 garantisce che i processi dell’azienda siano costantemente sotto controllo, proponendo così un sistema di gestione per la qualità ideato per coordinare i processi aziendali affinché siano indirizzati al miglioramento continuo dell’organizzazione, oltre che alla soddisfazione del cliente.

La certificazione dimostra inoltre che:

  • l’azienda ha predisposto un sistema di gestione qualitativamente adeguato per i suoi prodotti e processi;
  • analizza e comprende le esigenze dei clienti oltre ai requisiti statutari e regolamentari relativi ai propri prodotti;
  • garantisce la disponibilità delle risorse necessarie per il supporto delle attività e dei processi;
  • effettua costanti controlli dei processi e dei prodotti;
  • si adopera per prevenire le non conformità.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avvia la chat 📲
Come possiamo aiutarti?
Ciao! 😀
Come possiamo aiutarti?
Inviaci un messaggio e ti risponderemo in tempo reale...