LA PROTEZIONE ATTIVA ANTINCENDIO

La protezione attiva antincendio rappresenta una misura di protezione finalizzata alla precoce rilevazione dell’incendio, alla segnalazione e all’azione di spegnimento dello stesso

La protezione antincendio consiste nell’insieme delle misure finalizzate alla riduzione dei danni conseguenti al verificarsi di un incendio.

Gli interventi e le misure di protezione si dividono in due grandi famiglie:

  • Misure di protezione antincendio passiva;
  • Misure di protezione antincendio attiva.

La prima famiglia comprende tutti i sistemi che possiedono una caratteristica intrinseca di comportamento all’incendio, come, ad esempio, i materiali caratterizzati da un grado di reazione al fuoco o gli elementi costruttivi che hanno una determinata classe di resistenza al fuoco.

La seconda famiglia, invece,  identifica due differenti scuole di pensiero a riguardo: la prima definisce una misura di protezione attiva contro l’incendio qualsiasi sistema che per funzionare debba necessariamente ricevere una attivazione manuale da parte di un operatore o una attivazione automatica da parte di un impianto; l’altra scuola di pensiero, definisce una misura di protezione attiva qualsiasi misura che, attivandosi in caso di incendio, possa influenzare lo sviluppo dell’incendio.

Caratteristiche delle misure di protezione attiva

Le misure di protezione attiva sono quelle:

  • capaci di sorvegliare gli ambenti di una attività per accorgersi prima possibile dell’insorgere di un incendio e di allarmare;
  • che possono controllare, sia manualmente che automaticamente, lo sviluppo dell’incendio e, in casi specifici, riuscire anche a spegnerlo;
  • in grado di gestire il fumo ed il calore prodotti da un incendio.

Principali misure di protezione

La protezione antincendio attiene quindi al complesso di misure finalizzate alla riduzione della gravità dei danni provocati dall’evento incendio.

Le principali misure di protezione attiva sono rappresentati da:

  • estintori;
  • rete idrica antincendio;
  • impianti di rivelazione automatica d’incendio;
  • impianti di spegnimento automatici;
  • dispositivi di segnalazione e d’allarme;
  • evacuatori di fumo e calore.

Ad ogni modo, va ricordato che le strategie di sicurezza antincendio vengono concretizzate bilanciando opportunamente misure di protezione attiva e misure di protezione passiva.

Inoltre, il datore di lavoro oltre ad essere responsabile del mantenimento delle condizioni di efficienza delle attrezzature e degli impianti in genere, è responsabile anche delle protezioni antincendio.

Conseguentemente, devono essere mantenute in efficienza ed essere oggetto di regolari verifiche tutti gli impianti e le misure antincendio previste, in particolare, il datore di lavoro deve individuare gli addetti antincendio ed attuare la sorveglianza, il controllo e la manutenzione delle protezioni.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *