CARRELLI ELEVATORI: TIPOLOGIE E PERICOLI

Carrelli elevatori: tipologie e pericoli

L’articolo 73 del D.Lgs 81/08 definisce tutte le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione.

Categorie di carrelli elevatori

Tra le varie categorie troviamo anche i carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo nelle seguenti tipologie:

  • Carrelli semoventi a braccio telescopico (utilizzati per impilare carichi);
  • Carrelli industriali semoventi (concepiti per trainare, spingere, sollevare e impilare qualsiasi tipo di carico);
  • Carrelli/Sollevatori/Elevatori semoventi telescopici rotativi (utilizzati per movimentare i carichi).

Incidenti in aumento

Gli incidenti causati dall’errato utilizzo dei mezzi sopracitati sono sempre più numerosi e, dall’analisi delle cause più frequenti come il ribaltamento (circa il 25% degli incidenti) possiamo affermare che potrebbero essere evitati con una formazione adeguata.

Oltre ad una opportuna conoscenza del mezzo utilizzato e del luogo in cui si lavora è fondamentale però apprendere anche le giuste norme comportamentali, come:

  • Azionare il carrello solo dal posto di guida;
  • Procedere solo in condizioni di visibilità completa;
  • Non trasportare persone sul carrello;
  • Parcheggiare il carrello in modo che non costituisca un pericoloso ostacolo;
  • Verificare che nessuno si trovi nelle vicinanze del carico sollevato;
  • Eseguire le curve a bassa velocità;

Queste sono soltanto alcune delle norme, tuttavia, per i carrelli elevatori non è possibile parlare di sicurezza assoluta contro il pericolo della perdita di stabilità e delle relative conseguenze.

Quali sono gli incidenti più frequenti?

Come abbiamo già accennato la perdita di stabilità è al primo posto tra gli incidenti, e tra i più frequenti troviamo:

  • Incidente statico: un carrello elevatore travolto da un altro carrello si rovescia;
  • Incidente su una rampa: a causa del superamento della rampa il carrello cade dalla rampa;
  • Incidente causato dalla carreggiata: durante la marcia in rettilineo o in curva, un lato del carrello finisce in un avvallamento;
  • Incidente dovuto al carico: Il carrello elevatore entra in curva con le forche sollevate (con/senza carico) e si ribalta per via del baricentro troppo alto;
  • Incidente dovuto alla forza centrifuga: il carrello si rovescia per via della velocità troppo elevata in curva.

Certificazione obbligatoria

Ricordiamo infine che il Testo Unico sulla sicurezza impone una certificazione per i conducenti di carrelli elevatori con conducente a bordo. Per la formazione degli operatori l’allegato VI dell’Accordo Stato-Regioni stabilisce un percorso formativo composto da un modulo giuridico e un modulo tecnico, comuni a tutti i tipi di carrelli elevatori, oltre ad un modulo pratico specifico per ogni tipologia.

Contattaci

Per avere maggiori informazioni sul corso di formazione per lavoratori addetti alla conduzione di carrelli industriali semoventi è possibile contattare la SF Business Advisor compilando il form dedicato, chiamando il numero 085.9116786 o inviando una e-mail a info@sfbusinessadvisor.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *