LA SANIFICAZIONE DEGLI AUTOMEZZI AZIENDALI

Istruzioni di sanificazione speditiva di cabine di guida di automezzi aziendali a fini di prevenzione del contagio COVID-19

La sanificazione degli automezzi aziendali

La sanificazione degli automezzi aziendali

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha siglato il “Protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel settore del trasporto e della logistica“, pertanto, ogni settore nell’ambito del trasporto e della logistica è chiamato ad applicare le norme che riguardano i lavoratori e i passeggeri, gli ambienti di lavoro, le stazioni e i terminal, e i mezzi di trasporto.

CHIAMA SUBITO 0859116786

La prevenzione del contagio da Covid-19

Il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” stabilisce, ai fini della prevenzione del contagio da COVID-19, che:

  • l’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago;
  • nel caso di presenza di una persona con COVID-19 all’interno dei locali aziendali, si procede alla pulizia e sanificazione dei suddetti secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute nonché alla loro ventilazione;
  • occorre garantire la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti, sia negli uffici, sia nei reparti produttivi.

La procedura di sanificazione straordinaria degli automezzi

Il documento “Istruzioni di sanificazione speditiva di cabine di guida di automezzi aziendali a fini di prevenzione del contagio COVID-19” si sofferma sulla procedura di sanificazione straordinaria degli automezzi, la quale deve avvenire quando l’automezzo aziendale è stato impiegato da:

  • soggetti positivi al tampone per la diagnosi del coronavirus COVID-19;
  • soggetti positivi ad eventuali test rapidi autorizzati per la diagnosi del coronavirus COVID-19;
  • soggetti classificabili come persone sintomatiche in azienda;
  • altri eventuali soggetti non meglio specificati, cautelativamente individuati dai responsabili aziendali come possibili portatori di un pericolo di contagio COVID-19.

La sanificazione straordinaria dell’automezzo deve avvenire preferibilmente mediante l’intervento di un’impresa specializzata e che, in ogni caso, dovrà essere eseguita nel rispetto delle disposizioni della Circolare del Ministero della Salute n. 5443 del 22 febbraio 2020.

I prodotti e gli strumenti di sanificazione

Per quanto riguarda gli strumenti e prodotti di pulizia, la fase preliminare deve essere eseguita mediante acqua e detergenti tensioattivi a pH neutro.

Inoltre, le parti e le superfici da sanificare, una volta rimossa la sporcizia più grossolana, devono essere pulite mediante spugne o panni in microfibra monouso oppure carta usa e getta imbevuta di detergente.

Per quanto concerne invece la disinfezione di ambienti contagiati o potenzialmente contagiati da coronavirus COVID-19, la Circolare del Ministero della Salute n. 5443 del 22 febbraio 2020 raccomanda l’uso di:

  • alcol etilico (etanolo) almeno al 70% v/v;
  • ipoclorito di sodio 0,1% per le superfici che non ne vengono danneggiate.

Nel caso particolare della sanificazione e disinfezione delle cabine di guida degli automezzi il Rapporto ISS COVID-19 n. 3/2020 del 31 marzo 2020 raccomanda espressamente l’impiego di disinfettanti a base di alcol etilico almeno al 75% v/v.

Per quanto riguarda poi le modalità di applicazione del prodotto disinfettante nell’automezzo, il medesimo Rapporto ISS raccomanda l’erogazione spray, che può avvenire mediante l’impiego di:

  • un generatore di aerosol disinfettante monouso;
  • un classico spruzzatore manuale di tipo riutilizzabile;
  • una pompa manuale di nebulizzazione del disinfettante.

Le raccomandazioni per l’impiego di automezzi condivisi

Infine, tra le raccomandazioni in caso di utilizzo condiviso di automezzi aziendali da parte di lavoratori o turni/gruppi di lavoro altrimenti segregati, utili a prevenire la diffusione all’interno dell’abitacolo o della cabina di guida dell’agente patogeno SARS-CoV-2 e, quindi, il contagio infettivo, vi sono:

  • interdire l‘uso di un automezzo condiviso:
    • a coloro che hanno avuto notizia della propria positività all’infezione COVID-19;
    • a coloro che manifestano sintomi COVID-19, ivi inclusa una temperatura corporea ≥ 37,5°C;
    • a coloro che hanno avuto contatti da meno di 14 giorni con persone positive all’infezione COVID-19 oppure con persone che hanno manifestato sintomi correlati all’infezione COVID-19;
  • utilizzare l’automezzo ad uso condiviso solo nei casi strettamente necessari ed inevitabili;
  • sconsigliarne l’utilizzo ai soggetti particolarmente vulnerabili in caso di infezione COVID-19;
  • prima di entrare nell’automezzo procedere alla sua sanificazione speditiva (come descritto nel documento);
  • nel caso in cui sia indispensabile ospitare a bordo di un’autovettura un passeggero (fattispecie fortemente sconsigliata), questi deve obbligatoriamente prendere posto sul sedile posteriore destro; non è consentito ospitare due o più passeggeri;
  • viaggiare ogni qualvolta possibile con i finestrini dell’automezzo ad uso condiviso aperti;
  • non utilizzare mai gli impianti di ventilazione e condizionamento dell’automezzo ad uso condiviso;
  • durante l’impiego dell’automezzo ad uso condiviso il conducente alla guida e l’eventuale passeggero devono indossare costantemente una mascherina chirurgica oppure una maschera filtrante UNI EN 149 FFP2 o FFP3 senza valvola respiratoria oppure una maschera filtrante UNI EN 149 FFP2 o FFP3 con valvola respiratoria e sovrapposta mascherina chirurgica;
  • non toccarsi mai naso, bocca e occhi quando ci si trova all’interno dell’automezzo ad uso condiviso;
  • lavarsi e igienizzarsi le mani con apposita soluzione idroalcolica prima di entrare nell’automezzo ad uso condiviso e subito dopo usciti; a tale scopo un erogatore di soluzione idroalcolica deve essere sempre disponibile nel veicolo;
  • usare i guanti usa e getta della stazione di servizio durante le operazioni di rifornimento carburante;
  • prima dell’utilizzo dell’automezzo ad uso condiviso accertarsi preliminarmente di eventuali ulteriori limitazioni imposte a livello locale dalle disposizioni di bioemergenza regionali e/o comunali.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *