La soluzione concreta per lo sviluppo della tua Impresa
 
SETTORE RIFIUTI: SICUREZZA E DINAMICHE INFORTUNISTICHE

SETTORE RIFIUTI: SICUREZZA E DINAMICHE INFORTUNISTICHE

Quali sono gli infortuni che avvengono nel settore dei rifiuti?

Settore rifiuti: sicurezza e dinamiche infortunistiche

Il settore dei rifiuti è un comparto grande e importante, sia in relazione al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sia in relazione a quello delle strategie ambientali. È fondamentale, quindi, soffermarsi regolarmente sui dati infortunistici del settore e sui fattori di rischio e sulle misure di prevenzione possibili.

La scheda informatica dal titolo “Problematiche di sicurezza e dinamiche infortunistiche nel settore rifiuti” permette di approfondire le cause degli infortuni mortali del comparto e identificare le strategie più efficienti per ridurre i rischi e migliorare la tutela della salute e sicurezza degli operatori.

CHIAMA SUBITO – 0859116786

CHIAMA SUBITO – 0859116786

I dati relativi agli infortuni nel settore rifiuti

I casi riconosciuti dall’Inail come infortuni occorsi in occasione di lavoro (esclusi quelli in itinere) sono circa più di 36 mila nel comparto dei rifiuti, inteso come somma dei settori Ateco 38: (raccolta, trattamento, smaltimento di rifiuti e recupero di materiali), Ateco 39 (rimozione di amianto ed altri risanamenti) e Ateco 46.77.10 (commercio all’ingrosso di rottami metallici). Questo dato corrisponde a più del 2% di tutti gli infortuni riconosciuti, per un comparto con 151 mila addetti.

Nonostante questi dati, il settore dei rifiuti mostra una percentuale di gravità vicina alla media italiana, infatti, circa il 30% degli infortuni del comparto risulta avere conseguenze gravi, a fronte di una media del 28%, relativa a tutti i settori della gestione Industria e servizi.

Gli incidenti più frequenti

Tra gli incidenti più frequenti si segnalano le cadute dall’alto dell’infortunato (32%), gli investimenti sia per fuoriuscita di mezzi dal percorso previsto che per contatto nella loro sede (22%) e il contatto con organi lavoratori in movimento o con componenti di macchine di movimentazione e sollevamento carichi in rotazione (14%).

Seguono poi le esplosioni di bombole in pressione o di contenitori vari non bonificati da materiali infiammabili (7%) e il contatto con gas/vapori tossici già presenti nell’ambiente di lavoro o che fuoriescono dai sistemi di contenimento (6%).

Circa il 69% delle cadute dall’alto riguardano attività di rimozione/bonifica di coperture in cemento amianto, quasi esclusivamente per rottura di lastre polimeriche traslucide non portanti che coprono i lucernai.

Mentre il restante 31% riguarda le cadute da parti in quota durante attività di manutenzione/pulizia di impianti di trattamento e, in misura minore, da piattaforme dei mezzi di trasporto di rifiuti urbani con variazione di quota rispetto al piano stradale.

Gli investimenti interessano invece due tipologie lavorative: la movimentazione/scarico rifiuti e il carico, raccolta e trasporto degli stessi.

Per quanto riguarda i contatti con organi lavoratori in movimento, essi avvengono nelle procedure di manutenzione/pulizia di impianti, attrezzature e macchine o durante il processing dei rifiuti per il recupero e lo smaltimento.

Misure generali di prevenzione e protezione

Tra le principali misure generali di prevenzione e protezione – oltre alle misure specifiche per le tre tipologie di incidente più frequente riportate nel documento (contatto con organi lavoratori o con oggetti e mezzi, caduta dall’alto e investimento) – si possono annoverare:

  • l’informazione sui rischi specifici e relativa segnaletica;
  • la predisposizione di specifiche procedure lavorative, di manutenzione e di gestione delle emergenze;
  • la formazione e l’addestramento incluso il corretto utilizzo dei DPI;
  • la vigilanza sulla reale applicazione delle procedure e utilizzo dei DPI.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvia la chat 📲
Come possiamo aiutarti?
Ciao! 😀
Come possiamo aiutarti?
Inviaci un messaggio e ti risponderemo in tempo reale...