I RISCHI PER L’ADDETTO ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

L’importanza della sicurezza per il lavoratore nel processo della raccolta differenziata

I RISCHI PER L'ADDETTO ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
I RISCHI PER L’ADDETTO ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Rischi per la sicurezza

All’interno della filiera dei rifiuti, le attività di igiene urbana sono contraddistinte sia dal particolare ambiente di lavoro, che in questo caso è rappresentato dalla strada, sia dall’esigenza per gli operatori di eseguire direttamente e manualmente operazioni con elevata frequenza di movimenti, come ad esempio i movimenti di salita e discesa dai mezzi, gli spostamenti a piedi e l’utilizzo di attrezzature manuali.

A fronte di un’attenta analisi si è riscontrato che gli infortuni avvenuti nell’ambito di queste attività riguardano prevalentemente gli operatori ecologici, i quali possono subire infortuni sia nelle operazioni manuali, come ad esempio lo spazzamento stradale o la raccolta porta a porta, sia nelle operazioni meccanizzate, come l’utilizzo di mezzi di raccolta con compattatore o l’impiego di mezzi per lavare le strade.

CHIAMA SUBITO 0859116786

L’analisi dei rischi per la raccolta dei rifiuti

L’analisi dei rischi per gli addetti alla raccolta dei rifiuti rivelano molteplici situazioni di rischio potenziale e tra le condizioni oggettive più rilevanti sono presenti:

  • il lavoro sulla strada;
  • le interazioni con macchine e attrezzature;
  • il pericolo di investimenti;
  • l’esposizione ad agenti biologici e chimici;
  • lo stress e la fatica.

Inoltre, di particolare interesse, ci sono anche gli agenti fisici, come appunto la Movimentazione Manuale dei Carichi – MMC, le vibrazioni e il rumore. Proprio attraverso uno studio condotto dall’INPS è stato confermato che la maggior parte delle patologie che vengono denunciate all’interno del comparto della raccolta dei rifiuti è da ricondurre alla MMC.

Tra i vari fattori riconducibili alla MMC vi sono principalmente carichi troppo pesanti, instabili e disomogenei o di contenuto tale da richiedere che la movimentazione avvenga in maniera inadeguata (per esempio afferrare un carico lontano dal corpo, per evitare il rischio di tagli con oggetti presenti al suo interno).

I fattori peggiorativi e la movimentazione manuale dei carichi

Inoltre, lo studio INAIL rileva come i fattori peggiorativi consistono principalmente nella mancanza di:

  • attrezzature adeguate (sollevatori, ausili meccanici, sistemi di trasporto in grado di semplificare gli spostamenti, contenitori di volume ridotto o non troppo carichi, scivoli o pedane rialzate);
  • procedure di lavoro condivise;
  • turni di lavoro sostenibili;
  • rotazione delle mansioni.

Misure per la sicurezza degli addetti alla raccolta

Per quanto riguarda le misure per la sicurezza degli addetti, il comparto della raccolta dei rifiuti ha visto l’adozione, da parte delle aziende, di azioni tecniche importanti, a favore di una maggiore sicurezza degli addetti durante tutte le fasi del servizio, come ad esempio l’utilizzo di mezzi a guida invertita, il quale riduce il rischio di investimento dell’operatore durante la discesa dall’automezzo, l’adozione di cassoni con sponda ribassata all’altezza della bocca di carico e di sollevatori automatici per il caricamento di rifiuti ingombranti.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *