LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI

La prevenzione dei rischi per gli operatori sanitari

La movimentazione manuale dei pazienti

Lo svolgimento di attività di movimentazione manuale dei pazienti (MMP) soprattutto nelle case di cura o nei reparti di lunga degenza, come anche nelle RSA, in cui il paziente non è in grado di collaborare, espone gli operatori sanitari a rischio di lesioni che coinvolgono in maniera specifica la zona lombo-sacrale.

Il D.Lgs. 81/08 ricorda che è fondamentale agire per ridurre i rischi connessi a tali attività, in particolare, grazie ad una serie di iniziative, quali l’introduzione di procedure corrette e di ausili, l’adeguamento delle strutture, la sorveglianza sanitaria e la formazione degli addetti.

CHIAMA SUBITO 0859116786

Movimentazione manuale dei pazienti: addestramento

Le metodologie di trasferimento di un paziente possono variare in rapporto all’entità e alla tipologia della disabilità del paziente stesso, quest’ultimo può essere suddiviso in due categorie:

  • collaborante, il paziente può sfruttare una residua capacità di movimento;
  • non collaborante o scarsamente collaborante, il paziente non può aiutare il movimento né con gli arti superiori, né con gli arti inferiori.

In particolare, la prevenzione è possibile con l’istituzione di corsi di addestramento per il personale infermieristico (per apprendere le corrette modalità di sollevamento) e con l’utilizzo di specifiche attrezzature per il sollevamento dei pazienti.

Ad esempio:

  • la traversa che permette di muovere il paziente nel letto senza avvicinarsi troppo, stando in ginocchio o in piedi;
  • il trapezio che permette al paziente di collaborare durante gli spostamenti nel letto;
  • la tavola di trasferimento che è usata per far scivolare il paziente da una superficie all’altra;
  • il sollevatore meccanico che agisce sollevando il paziente sistemato in una robusta imbracatura.

La microergonomia e la riduzione del rischio da MMP

In questo contesto, un ulteriore supporto proviene dalla microergonomia, che riguarda la progettazione e la valutazione dell’interazione uomo-ambiente-prodotto all’interno di uno specifico contesto.

In particolare, applicata alla riduzione del rischio da MMP come in una grande azienda ospedaliera, è necessario:

  • valutare il rischio in una specifica realtà assistenziale;
  • identificare le criticità presenti;
  • formulare piani di intervento mirati nel breve-medio e lungo termine;
  • individuare le attrezzature necessarie.

L’approccio macroergonomico

La macroergonomia invece riguarda l’interazione tra organizzazione e uomo, ed è un approccio socio-tecnico al progetto organizzativo, ai sistemi di lavoro, ai rapporti uomo-macchina e uomo-ambiente.

Con la macroergonomia si pone al centro dei processi di cambiamento i soggetti, sottolineando l’importanza dell’interrelazione tra tecnologia e aspetti sociali, in particolare, in una grande azienda ospedaliera è necessario:

  • istituire un team di interlocutori per la gestione del rischio da MMP (Direttore Sanitario, RSPP, Medico Competente, RLS, Responsabile ufficio, ecc.);
  • programmare gli incontri del team a cadenze stabilite;
  • conoscere i servizi e le strutture che si occupano del processo;
  • comprendere le fasi da seguire nel tempo in relazione agli specifici;
  • apprendere le modalità di comunicazione da mettere in atto.

In conclusione, gestendo il rischio specifico e con un team attivo è possibile organizzare meglio le risorse umane con ridotte capacità lavorative, recuperare professionalità, ridurre i giorni di assenza e gli infortuni, ridurre i costi e migliorare la qualità dell’assistenza.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *