LA GESTIONE DELL’INDOOR AIR QUALITY

Qualità dell’aria interna e inquinamento indoor

La gestione dell’indoor air quality
La gestione dell’indoor air quality

La qualità dell’aria indoor (Indoor Air Quality – IAQ) si riferisce all’aria interna che si respira negli ambienti confinati, quali:

  • Abitazioni;
  • Uffici pubblici e privati;
  • Strutture comunitarie (ospedali, scuole, uffici, caserme, alberghi, banche, ecc.);
  • Ambienti destinati ad attività ricreative e sociali (cinema, bar, ristoranti, negozi, strutture sportive, ecc.);
  • Mezzi di trasporto pubblici e privati.

Gli ambienti di tipo industriale non rientrano nella definizione di ambienti confinati in quanto la qualità dell’aria interna è strettamente correlata al tipo di attività produttiva svolta ed è sottoposta a controlli e leggi specifiche.

CHIAMA SUBITO 0859116786

L’aria indoor

L’aria indoor proviene dall’aria atmosferica esterna (outdoor) entra negli ambienti confinati attraverso la ventilazione naturale e/o artificiale.

Infatti, i contaminanti di un ambiente indoor possono provenire sia dall’esterno, attraverso le fessure degli edifici, delle porte e delle finestre, e sia dall’interno dell’ambiente stesso, generati da diversi tipi di sorgenti, in particolare, dalla presenza di persone, dalle attrezzature presenti, dagli arredi, nonché da determinate abitudini personali come ad esempio l’uso della sigaretta.

Da qui si intuisce come sia fondamentale porre l’occhio su pratiche di sanificazione di tutti gli elementi deputati al trattamento aria, come previsto tra l’altro dal D.Lgs 81/08, per evitare problemi di salute.

I fattori inquinanti dell’aria indoor

La concentrazione delle impurità dell’aria esterna è variabile, ma generalmente è inferiore rispetto a quella dei contaminanti presenti negli ambienti indoor.

I possibili inquinanti sono tanti e di diverse tipologie. Si ha infatti a che fare con sostanze ed elementi di varia natura, in particolare:

  • Biologiche (muffe, funghi, batteri, ecc.);
  • Fisiche (campi elettromagnetici, radon, ecc.);
  • Chimiche (composti organici, inorganici volatili, ecc.).

Gli effetti dell’indoor air quality

La qualità dell’aria indoor è in grado di influenzare le performance delle persone presenti e i costi per l’organizzazione.

Gli effetti diretti dell’indoor air quality hanno dimostrato i seguenti risultati:

  • Riduzione delle capacità cognitive;
  • Crescita dei tempi morti;
  • Aumento dell’assenza per malattie brevi e stati di malessere;
  • Aumento degli aspetti comportamentali negativi;
  • Riduzione del valore degli immobili.

La valutazione dei rischi in ambienti indoor

Negli ambienti confinati esistono diverse ragioni per effettuare indagini per la valutazione della qualità dell’aria, e per le aziende diventa dunque fondamentale controllare l’inquinamento indoor all’interno dei propri magazzini, uffici e punti di vendita, ecc.

Le indagini eseguibili in un edificio possono suddividersi principalmente in due gruppi:

  • Indagini programmate in seguito alla segnalazione di disturbi lamentati dagli occupanti o alla presenza accertata di sorgenti di inquinamento indoor che possono dare origine a problemi per la salute degli stessi;
  • Indagini mirate al controllo della qualità dell’aria indoor in assenza di problemi specifici già individuati.

In questo modo è possibile rendere gli ambienti lavorativi più salubri per i lavoratori, così da salvaguardare il loro benessere e quello dell’azienda.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *