IL PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA

Il piano operativo di sicurezza, viene anche definito con l’acronimo di POS, ed è un documento che deve essere redatto dal datore di lavoro di una impresa esecutrice, ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. 81/08.

Il piano operativo di sicurezza, viene anche definito con l’acronimo di POS, ed è un documento che deve essere redatto dal datore di lavoro di una impresa esecutrice, ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. 81/08.
IL PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA

Il piano operativo di sicurezza deve contenere tutte le informazioni dettagliate di ogni cantiere in cui l’azienda opera, oltre a includere tutte le indicazioni sulla valutazione dei rischi a cui i lavoratori sono potenzialmente esposti, le misure di prevenzione e protezione da adottare per eliminare o limitare al massimo il rischio e l’organizzazione della sicurezza dell’impresa con riferimento alle procedure di lavoro, alle macchine e alle attrezzature utilizzate, sostanze nocive, ecc.

CHIAMA SUBITO 0859116786

Il POS può essere realizzato una sola volta ed utilizzato per tutti i cantieri?

Come definito dal D.Lgs 81/08, articolo 89, comma 1, lettera h) il piano operativo di sicurezza è il documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige in riferimento al singolo cantiere. Di conseguenza il documento dovrà essere realizzato ex novo ogni qual volta l’impresa entri in un nuovo cantiere e calibrato in base alle criticità dello stesso ed in relazione alla tipologia di lavorazione da eseguirsi.

Le informazioni contenute nel Piano Operativo Sicurezza.

Il documento deve assolutamente contenere le informazioni principali relative al cantiere dove opera e andando più nel dettaglio, il POS deve comprendere:

  • i dati generali del cantiere;
  • i dati identificativi dell’impresa che esegue i lavori all’interno del cantiere;
  • le specifiche mansioni riguardanti la sicurezza sul posto di lavoro;
  • la descrizione delle attività svolte all’interno del cantiere;
  • la descrizione delle modalità organizzative;
  • l’elenco delle attrezzature, macchine, ponteggi ed impianti utilizzati nel corso dei lavori;

Responsabilità e Ruoli

Nei contenuti del piano operativo di sicurezza sono nominati anche il medico competente e il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, comprendenti anche gli addetti al pronto soccorso e antincendio.

Infine, nel POS deve essere indicato l’esito del rapporto sui rumori, l’elenco dei dispositivi di protezione individuale consegnati ai lavoratori impegnati in cantiere e la documentazione in merito all’informazione ed alla formazione fornite agli stessi.

Sanzioni per la mancata redazione del POS

Il datore di lavoro che non ottemperi alla redazione del Piano Operativo Sicurezza, rischia pesanti sanzioni, quali l’arresto da tre a sei mesi e ammenda da 2.500 a 6.400 euro e arresto da quattro a otto mesi e ammenda da 2.000 a 8.000 euro nel caso in cui l’impresa svolga lavorazioni in presenza di particolari rischi individuati nell’allegato XI del D.Lgs. 81/08.

Contattaci

Hai trovato i servizi integrati di consulenza e formazione di cui hai bisogno?

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o se hai dubbi in merito ai servizi integrati di consulenza e formazione puoi contattare la SF Business Advisor

Entro 24 ore riceverai la soluzione ideale allo sviluppo della tua Impresa inerente la tua richiesta.

CHIAMA SUBITO 0859116786

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *